NEWS
In evidenza
pubblicato il 17.3 2020 ore 10:03
Divieto temporaneo per i viaggi non essenziali in entrata nell’area Schengen per i cittadini di Paesi terzi
Operativo il Divieto di Circolazione in area Schengen

Nella giornata di lunedì, la Presidente von der Leyen ha annunciato la proposta di divieto temporaneo per i viaggi non essenziali in entrata nell’area Schengen per i cittadini di Paesi terzi, come misura di contrasto all’emergenza sanitaria in corso. La misura avrà durata di 30 giorni, prorogabile in caso di necessità, ed è stata discussa con i partner del G7.

In allegato la  comunicazione della Commissione UE cha invita tutti gli SM dell’area Schengen a creare un "perimetro di sicurezza" ai confini esterni.

Le restrizioni dovranno essere concordate tra gli SM per agire in modo simultaneo e coordinato. La Commissione europea inviterà anche gli SM dell’UE non aderenti all’area Schengen (Bulgaria, Cipro, Croazia, Irlanda, Romania), così come il Regno Unito (in uscita, ma ancora membro dell’UE) ad applicare le stesse misure.

Il divieto riguarderà tutti i viaggi “non essenziali” dai Paesi terzi in ingresso nell’area Schengen. Tale divieto non sarà applicato ai cittadini degli Stati dell’UE e dell’area Schengen (UE + Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera), ai loro familiari e i cittadini di Paesi terzi in possesso di visto di soggiorno di lungo termine.

Le eccezioni al divieto riguardano anche le seguenti categorie: operatori sanitari, ricercatori e professionisti dell’assistenza agli anziani; lavoratori frontalieri; personale addetto al trasporto merci; diplomatici, militari e operatori umanitari; passeggeri in transito e che viaggiano per motivi familiari; persone bisognose di protezione internazionale o per altri motivi umanitari.